Il segnale posizionato a ridosso della ZTL non garantisce la sua corretta percepibilità e leggibilità

ztl

Se la segnaletica stradale non è visibile, le multe non sono valide; il segnale, infatti, deve essere apposto in modo tale da garantirne la corretta percepibilità e leggibilità.

E’ quanto emerge dalla sentenza del Giudice di Pace di Lanciano[1] che ha accolto l’opposizione proposta dall’automobilista avverso alcuni verbali di contestazione che la ricorrente sosteneva illegittimi per la mancanza di idonea segnaletica stradale atta ad avvertire dell’ingresso in ZTL e degli orari della stessa.

La ricorrente produceva, a conforto della propria opposizione, la documentazione fotografica da cui si evinceva che il cartello indicante il divieto di accesso a transitare in zona ZTL non risultava posto a distanza adeguata da consentire di percepire il divieto e porre in essere manovre atte ad evitare l’ingresso; in altri e più chiari termini, posto a ridosso della ZTL, l’automobilista non aveva la possibilità di tornare indietro.

Risultavano, così, ignorate, da parte del Comune, le disposizioni del Codice della Strada che, in caso di segnale di ingresso in ZTL, richiede uno spazio minimo di avvistamento del segnale di almeno 80 metri in modo tale da essere visualizzati dall’automobilista sia di notte sia di giorno.

E il Giudice di pace così prosegue: «La segnaletica verticale, tuttavia, deve essere collocata dall’ente titolare della strada in modo che sia chiaramente visibile e/o leggibile dall’automobilista ad una velocità media secondo i limiti prescritti dal tratto specifico di strada e tenendo conto di una vista ordinaria. Il cartello non deve essere stato spostato e rivolto da un altro lato della strada, ma deve essere prospiciente il senso di marcia dell’automobilista». Al riguardo, ricorda il giudice, è la stessa Corte di Cassazione[2] a dichiarare che se la segnaletica stradale non è visibile, le multe non sono valide.

Nel caso di specie il cartello era posizionato in modo da non rispettare lo spazio degli 80 metri, di talché l’automobilista non ha avuto la possibilità di percepire il cartello ed il suo significato, mentre l’Amministrazione non ha dato prova di una sua diversa collocazione.

Le spese sono compensate, vista la giurisprudenza contrastante in materia.

[1] 20.04.2017 n. 144

[2] 9033/2016

Condividi sui socials:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

One thought on “Il segnale posizionato a ridosso della ZTL non garantisce la sua corretta percepibilità e leggibilità

  1. Pingback: Olbia. Ztl, "Multata anche la De Vizia". Ecco l'istanza di autotutela - Olbia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *