Multa valida anche senza notifica sul parabrezza.

parabrezza

Multa valida anche senza notifica sul parabrezza.

E’ valida la multa anche se l’agente accertatore non lascia il preavviso, normalmente, sul parabrezza dell’auto.

La stessa Suprema Corte (Sez. II, 09.03.2007 n. 54447) ha avuto occasione di confermare detta circostanza, precisando che nessuna norma [del Codice della Strada] impone il rilascio di un preavviso di violazione. Nel caso di specie, poi, con riferimento ad una sanzione per divieto di sosta, gli Ermellini hanno constatato l’irrilevanza dell’omessa indicazione del numero civico ai fini della decisione, non avendo il ricorrente eccepito nel giudizio la mancanza del divieto di sosta nel punto specifico della piazza in cui sostava la sua vettura.

Si tratta, in altri e più chiari termini, di un comportamento normalmente adottato dagli agenti accertatori al solo scopo di rendere edotto il conducente del veicolo della violazione accertata in sua assenza, consentendogli di pagare l’importo della sanzione senza l’aggravio delle spese di accertamento e notifica; di conseguenza, non scorgere alcunché sul parabrezza del veicolo (generalmente sotto i tergicristalli), magari quando abbiamo parcheggiato in divieto di sosta, non ci consente di tirare un sospiro di sollievo: la multa, infatti, può sempre essere in agguato!

E che non sia un atto obbligatorio ma una prassi amministrativa lo si evince dal fatto che il preavviso di accertamento non ha valore legale. Il ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace è possibile solo contro il verbale di contestazione ritualmente notificato.

Condividi sui socials:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *