La truffa naviga su facebook : ray ban a 19,99 euro

truffa-pagina-rayban-facebook-assistenza-legale-roma

La Polizia Postale, tramite la pagina Facebook ‘una vita da social’ ha denunciato quanto di seguito, diffondendo un comunicato in cui fa chiarezza sull’accaduto e in cui spiega come difendersi: «L’offerta Ray Ban promossa su Facebook sembra un’operazione di beneficenza ma nasconde una truffa. Ecco come funziona e come difendersi. L’annuncio sponsorizza Ray Ban a 19,99 euro. Già di per sé allettante come proposta. Ma non solo: metà dell’importo, si legge, sarà devoluto in beneficenza. Quale migliore occasione per risparmiare e fare del bene al tempo stesso? cliccando sul banner pubblicitario, infatti, si attiva un virus che “invita” la lista dei contatti e fare lo stesso. Inoltre, non appena si effettua la transazione per acquistare gli occhiali, il numero di carta di credito viene clonato. Cosa fare se per sbaglio avete cliccato l’offerta Ray Ban? Prima di tutto si deve cambiare la password Facebook. Se si naviga da cellulare inoltre è consigliabile controllare l’elenco delle applicazione per verificare che non ce ne siano alcune non richieste. Vanno inoltre controllate immediatamente le transazioni della carta di credito. In caso di movimenti sospetti contattare la polizia postale per la denuncia».

In realtà, si tratta di una ‘vecchia’ truffa, ciclicamente riproposta tenuto conto che Facebook, quale Social Network più utilizzato al mondo, è da sempre sotto il mirino dei truffatori.

E se anche, leggendo notizie di questo genere, c’è chi ritiene che il malcapitato, in fondo, se lo sia meritato, se ancora c’è chi cade – pensiamo dall’alto della nostra presunzione – in un tale tipo di errore, è anche vero che ‘cadere nella trappola’ è più frequente di quanto si pensi, a maggior ragione se dietro questa vendita al ribasso vi è anche una azione benefica.

Ed invece trattasi di una semplice truffa !

Quindi, prestiamo attenzione ai messaggi invero allettanti e non clicchiamo su articoli o banner del genere.

Condividi sui socials:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *