La patente di guida è, o non è, un valido ‘documento di riconoscimento’ ?

A chi non è capitato di interrogarsi, quando ci viene richiesto un documento di riconoscimento, se la patente di guida è valida a tali fini, ad esempio quando, dinanzi ad un impiegato di una Pubblica Amministrazione ovvero dinanzi ad un Notaio o magari in Banca o anche al momento del check-in in qualsiasi struttura ricettiva, ci presentiamo per ottenere, a titolo esemplificativo, il rilascio di un certificato, di un’autentica di firma, di un atto pubblico o soltanto per avere la possibilità di soggiornare in una struttura ricettiva italiana ?

Ebbene, in ordine alla validità della patente di guida, ai fini dell’identificazione dei relativi titolari, anche nel nuovo formato plastificato [introdotto con D.M. 07.10.1999], si è espresso in senso positivo il Ministero dell’Interno, con circolare n. M/2413/8 del 14.03.2000.

La funzione di documento di riconoscimento della patente di guida è poi stata confermata all’art. 35 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. n. 445 del 28.12.2000), predisposto con lo scopo precipuo di raccogliere e coordinare le numerose disposizioni che si sono succedute nel tempo in materia di documentazione amministrativa, nell’intento specifico di facilitarne la consultazione e di favorirne un univoca interpretazione.

Il richiamato art. 35 del D.P.R. n. 445/2000 recita nel modo che segue, dove R identifica (nel T.U.) quegli articoli facenti parte delle disposizioni regolamentari ed L quelli facenti parte delle disposizioni legislative :

Articolo 35 (L -R)

Documenti di identità e di riconoscimento

  1. In tutti i casi in cui nel presente testo unico viene richiesto un documento di identità, esso può sempre essere sostituito dal documento di riconoscimento equipollente ai sensi del comma 2. (R)
  2. Sono equipollenti alla carta di identità il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un amministrazione dello Stato.(R)
  3. Nei documenti d’identità e di riconoscimento non è necessaria l’indicazione o l’attestazione dello stato civile, salvo specifica istanza del richiedente. (L)”.

In altri e più chiari termini, il documento di riconoscimento è un qualsiasi documento munito di fotografia e di timbro rilasciato da un’Amministrazione Statale.

Il documento d’identità per definizione è la carta d’identità che può essere però sostituita dai documenti di riconoscimento equipollenti, come sopra individuati.

Condividi sui socials:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *