É il conduttore, e non già il locatore, responsabile dei danni causati dalla rottura di un tubo esterno all’impianto murario

Cassazione Civile, Sezione III, 27.10.2015, n. 21788

Con la sentenza in commento la Suprema Corte ritorna sull’argomento relativo alla individuazione del soggetto – tra locatore e conduttore – responsabile dei danni causati dalla fuoriuscita di acqua, e delle conseguenti infiltrazioni, da un tubo flessibile esterno all’impianto idrico, con la precisazione che detta responsabilità è diversa, appunto, a seconda che gli impianti siano esterni od interni.

Gli Ermellini, con la citata decisione, riportandosi ad un orientamento uniforme (Cass. Civ., n.13881/2010), in tema di danni da cose in custodia, ribadiscono che, ai fini della configurabilità della responsabilità ex art. 2051 cod. civ., “occorre la sussistenza del rapporto di custodia con la cosa che ha dato luogo all’evento lesivo, rapporto che postula l’effettivo potere sulla stessa, e cioè la sua disponibilità giuridica e materiale, con il conseguente potere di intervento su di essa”.

Conseguentemente, il proprietario dell’immobile locato, conservando la disponibilità giuridica e quindi la custodia delle strutture murarie e degli impianti in esse conglobati, è responsabile in via esclusiva, ai sensi degli artt. 2051 e 2053 cod. civ., dei danni arrecati a terzi da tali strutture ed impianti; grava invece sul solo conduttore, ai sensi dell’art. 2051 cod. civ., la responsabilità per i danni arrecati a terzi dagli accessori e dalle altre parti del bene locato, di cui il predetto acquista la disponibilità, “con facoltà ed obbligo di intervenire onde evitare pregiudizi ad altri (Cass. n. 24737/2007)” [in senso conforme, Cass. Civ., 09.06.2010, n. 13881; e ancora, Cass. Civ., Sez. III, 28.11.2007, n. 24737 precisando che, tra le riparazioni a carico dell’inquilino, rientrano anche quelle relative alla rottura di elementi ‘esterni’ dell’impianto idrico per la cui sostituzione non occorre intervenire nelle opere murarie (nella specie si trattava della rottura del tubo flessibile del bidet: la serpentina è un tubo pieghevole non inglobato nell’impianto interno idrico, per la cui sostituzione non occorre intervenire nelle opere murarie e, di conseguenza, è sotto la vigilanza del conduttore-inquilino che sarà responsabile dei relativi danni)].

In altri e più chiari termini, con riguardo alle altre parti ed accessori del bene locato, rispetto alle quali il conduttore acquista detta disponibilità, con facoltà ed obbligo di intervenire onde evitare pregiudizio ad altri, la responsabilità verso questi ultimi, secondo le previsioni dell’art. 2051 cod. civ., grava soltanto sul conduttore medesimo (nello stesso senso, Cass. Civ., n.16422/2011). Dunque, il conduttore, acquistando la disponibilità delle altre parti dell’immobile (tra cui gli elementi esterni degli impianti, facilmente ispezionabili e sostituibili senza necessità di demolizioni) è responsabile, in via esclusiva, verso i terzi, dei danni da queste cagionati.

È quindi il conduttore, e non già il locatore, responsabile per i danni causati all’appartamento sottostante, per la fuoriuscita d’acqua, con conseguenti infiltrazioni, da un tubo flessibile esterno all’impianto idrico e sostituibile senza necessità di intervento implicante demolizioni in quanto trattasi di un oggetto che non può essere qualificato come componente dell’impianto idrico interno.

Tutto quanto sopra argomentato, tornando alla fattispecie sottoposta alla attenzione della Suprema Corte con la decisione in commento, il conduttore, che peraltro aveva preso l’appartamento in locazione dopo essere stato disabitato per lungo tempo, aveva l’onere, prima di riattivare l’impianto idraulico, di fare tutti i controlli opportuni e necessari.

Corretto pertanto il risarcimento dei danni della vicina, posto interamente a carico del conduttore e non del proprietario.

Condividi sui socials:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *